Cookies: Bruno & The Souldiers 20 agosto 2018 (Fotografando)

La fotografia è un’arte che si muove di continuo, pur cercando nel momento dello scatto un punto fermo nel tempo. Si potrebbe dire la stessa cosa della musica. Fotografare musica non è una perdita di tempo, almeno per me. Rivedendo gli scatti, mi rendo conto di quanto vale realmente un progetto musicale.

 

Lo scorso 20 agosto ho realizzato il photoshooting del concerto di Bruno & the Souldiers, forse la sorpresa inaspettata della rassegna Cookies, realizzata da Columbus Bar e Casa Suonatori Indipendenti, che al di là della mia collaborazione fotografica sta rappresentando una piccola ventata di nuova musica, il che rappresenta per una cittadina di nome Crotone un qualcosa di importante per la crescita culturale.

 

La vera sorpresa è che Bruno & The Souldiers sono un progetto calabrese che trova la sua originalità, staccandosi dai cliché della classica band che produce cover. C’è musica nuova insomma, e in Calabria hanno finalmente deciso di produrre musica propria, allontanandosi, ma non troppo, da quel modello, e parlo qui di immaginario collettivo, di band che fa sempre la solita solfa musicale.

 

Negli anni, ho visto tantissimi progetti musicali. Molti di loro erano solo cover band. I quintetti facevano sempre musica di altri, e non si spingevano oltre. Certo, è bello apprezzare la roba degli altri arrangiata in un altro modo, ma l’identità del musicista passa anche dal costruire la propria musica.

 

Bruno & The Souldiers rappresenta una ventata d’aria fresca dentro il panorama calabrese. Non negano la loro cultura d’origine, ma è proprio il loro stare insieme e la volontà di provare qualcosa di nuovo che mi ha reso alquanto felice di fotografarli.

La musica del quintetto spazia dal reggae allo ska con un repertorio che passa anche attraverso qualche cover (però con pezzi ricercati), e poi ecco che ti propongono i loro pezzi, quelli scritti da loro. Che dire? Bella roba di sicuro. Funzionano bene.

 

Certo, all’inizio magari hai qualche problema a rapportarti con Bruno & The Souldiers. Succede spesso con le band di cui non si conosce nulla o quasi. Però poi il live cresce d’intensità. Così come il livello di simbiosi tra ognuno della band si rivela alto. Si vede che ci credono, e fanno di tutto affinché la loro performance possa essere sinonimo di un bel momento di musica passato assieme al pubblico.

Per la prima volta ho saggiato un modo diverso di fare musica, ma nel vederli e fotografarli mi son reso conto che c’è qualcosa di nuovo in Calabria, e finalmente si sta muovendo. E il bello è che possiamo competere con tutti.

 

Testo e fotografie di Aurélien Facente,

agosto 2018

 

Per chi volesse saperne di più su Bruno & the Souldiers vai sulla loro pagina Facebook Bruno & the Souldiers

Per chi volesse vedere altre foto del concerto di Bruno & the Souldiers clicca sul link Aurelien Facente Photographer oppure sul link Bruno & the Souldiers (Live in Columbus Bar)

C’è un video che potete trovare sul link Cookies: Bruno & The Souldiers 20 agosto 2018

Infine leggi il report di CSI Magazine su Cookies: Bruno & The Souldiers

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...