Guarda e ascolta

 

Tutto inizia con un attimo da cogliere come un fiore, delicatamente, senza avere fretta. Ascolta il silenzio intorno a te, mentre magari lasci scorrere l’acqua del rubinetto fra le tue mani. Ascolta la carezza dell’acqua fresca, mentre poi prendi l’acqua tra le mani per bagnarti il viso. Senti il tocco dell’acqua scendere piano sul viso.

Prenditi quell’attimo, lascia che le gocce scendano sulla tua pelle, e se magari qualcuna cade a terra… ecco, lasciala cadere. Ascolta.

Poi magari ti guardi allo specchio, e osservi le cicatrici del tuo tempo passato. Guarda il tuo viso. Non aver paura di farlo, soprattutto nudo e crudo come sei. Quello è il vero volto del tuo oggi, quel viso che ti accompagna ogni giorno della tua vita, quel viso che non ti abbandonerà mai, quel solo viso che rappresenta l’unica verità del mattino.

Ti svegli, e ti accorgi di esistere.

Prenditi l’attimo. Goditelo. Vedere te stesso non deve essere una vergogna, anzi…

Si tratta solo di un attimo. Non succede nulla se stai lì a guardarti per un minuto in più. No, non si tratta di vantarti, di autocelebrarti o di aggiustarti.

Resta così come sei. Appoggia le mani al tuo lavandino, e guardati…

Guarda la persona di fronte a te, allo specchio, e non odiare quello che vedi. Piuttosto cerca di fare un bel respiro…

E poi chiudi gli occhi.

Riaprili.

Adesso puoi asciugarti, vestirti, aggiustarti per il giorno…

E poi…

Poi vai in cucina. Ti prepari un caffè. Magari mangi un bel cornetto al cioccolato, o forse ti fai le fette biscottate con della buona marmellata. Ascolta mentre bevi, mentre sgranocchi, mentre nutri.

Termina la colazione. Resta magari seduto per un minuto in più. Ascolta il silenzio. Ascolta quell’attimo, senza fare nulla. Sembra strano, ma a volte fermarsi è utile.

Ed è lì che ti accorgi che un raggio di sole, oltre quella piccola finestra che sta di fronte a te, ti sta accarezzando con estrema dolcezza.

Allora ti alzi, e apri la finestra.

E adesso respira. Guarda il paesaggio, il verde sotto di te, il cielo, e vai oltre con lo sguardo. Guarda, ascolta, e non infastidirti del rumore della mattina.

Tutto ha un nome.

Si chiama Vita.

È un’amica fidata.

Puoi aggrapparti a lei quando vuoi.

Ma ogni tanto fermati.

E resta a guardarla.

E magari, se vuoi, ascoltala pure.

 

  Aurélien Facente

aprile 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...