Piove (appunti dello scrittore)

img_1709-copia

 

Piove.

Mattina presto.

Gocce di pioggia cadono sul mio impermeabile.

Neanche un fil di vento.

La luce del giorno non è ancora uscita.

Cammino lentamente, mentre le gocce di pioggia cadono delicate sul mio viso.

Sono solo, mentre penso a te, amore mio.

Penso che queste gocce d’acqua cadenti sul mio viso siano le lacrime del mio cuore che si allontana da te, in silenzio.

Non fa ancora male, ma sono triste come queste minuscole gocce.

Neanche il rumore della pioggia battente riesco ad ascoltare, ma solo un silenzio innaturale che avvolge la città in un innaturale abbraccio.

Mi fermo alla fermata degli autobus.

Ce n’è uno di tanti per un’altra città.

Piove, ed io mi devo allontanare.

Ma non m’interessa la pioggia di quest’attimo.

M’importa di quella di stasera.

Tornerò stasera, e non voglio che piova.

Tornerò stasera con la volontà di vederti.

Tornerò stasera, e il mio cuore sarà tranquillo come queste piccole gocce di pioggia che accarezzano l’asfalto di una strada senza nessuna direzione.

 

Aurélien Facente, gennaio 2017 (scritta su un quaderno nel 2005)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...