4.4.2016 – Il posto più democratico…

IMG_6745 (Copia)

 

Oddio. Questo è il blog di un pazzo. Se guardi la foto, è la prima cosa che ti viene in mente. Ma non farne un dramma. In fondo si tratta del posto che dimostra in primis l’uguaglianza tra esseri umani. Ma come? Ma proprio lì dovevi farti il selfie… Ma, io almeno ho le palle per farlo. Qualcun altro prima di me l’ha fatto, e non ci vedo lo scandalo. Ma si tratta sempre di un posto volgare… No, non è l’oggetto in sé che è volgare, né il suo uso. Volgare è chi pensa male senza aver letto quello che ho da dire.

Ora, per tanto tempo, ho fatto il bravo. Ho dovuto fare il bravo. Ci sono problemi che puoi risolvere soltanto facendo il bravo. Ma nello stesso tempo mi son dovuto sorbire tante di quelle prese in giro (che qualcuno la faccia finita di chiamarmi folle o di non far finta di nulla). Ma di questo non mi lamento. Mica gioco a fare la vittima.

Bene, arriviamo al dunque. Sono imminenti le elezioni comunali nella mia Crotone. Sto già ricevendo pressioni di voto con promesse addirittura fantascientifiche (addirittura mi è stato promesso il ruolo del Capo Gabinetto del Comune di Crotone). Fermo restando che sto bene dove sto e mi sta bene quello che faccio, dopo le ultime indiscrezioni ora è giusto che richieda un giusto contributo a tutti i candidati di ogni partito/lista/movimento (sindaco e consiglieri) qualora desiderino avere il mio voto (e m’impegno a portarvene anche qualcun altro), che forse non vale un cazzo ma in regime d’astensionismo potrebbe risultare decisivo. Se non basta, sappiate che in questi cinque anni, mentre continuavate a guardarmi dall’alto della vostra sovranità indifferente, io mi son fatto un seguito di persone normali, cittadini dignitosi che vorrebbero andare a votare con tranquillità. Sono all’incirca 300 voti onesti in tutto. Loro non vogliono nulla in cambio giacché un lavoro ce l’hanno già e gli basta. Hanno il problema di essere seriamente indecisi e sfiduciati,. oltre che pentiti astensionisti.

Allorché ecco che è venuto un lampo di genio. Una proposta intelligente.

Si tratta di uno scambio equo, secondo la mia modesta opinione.

Io (ma anche gli altri) ho un enorme desiderio di votare, di esprimere la nostra democrazia attraverso la scheda elettorale. Ma siamo convinti che in questo periodo storico ci voglia anche un enorme coraggio per andarsi a sedere su uno scranno comunale, soprattutto in una città come Crotone.

Ecco, io e i miei 300 e passa associati vorremmo premiare il coraggio.

Allora, voi candidati alla prossima mattanza elettorale per il Comune di Crotone che dovete fare?

Beh, sappiate che non si tratta di voto di scambio perché non voglio scambiare proprio nulla (no soldi, no lavoro, no raccomandazione). Magari giusto un  po’ di considerazione, qualche grazie, la possibilità di passare un po’ di tempo per essere informati sulle varie situazioni della mia città. Mica sto chiedendo chissà che cosa. Ma siccome faccio anche arte, e devo trovare un po’ di originalità per poter vendere qualcosina (giusto il minimo per campare), allora vi faccio il mio invito ufficiale.

Prenderete contatto con me attraverso il mio profilo Facebook e v’indicherò il luogo dove si trova l’ufficio  che vedete alle mie spalle. Ci troveremo in quel luogo, dove tra l’altro poi ci faremo un bel selfie fotografico, dopodiché andremo al bar e davanti a un caffè poi mi fate la vostra proposta, mi recitate il vostro programma, accetto pure il bigliettino elettorale. Se lo fate e accettate la pubblicazione, io m’impegno seriamente a fare i nomi ai miei 300 accoliti che si attiveranno a considerare seriamente di scrivere il vostro nome sulla scheda. E attraverso il mio blog  indicherò 3 buoni motivi per cui votare tale candidato a sindaco o a consigliere, perché solo questo gesto farà vedere quanto voi siete coraggiosi e meritevoli di andare ad amministrare la città che amiamo tanto.

Io che ne ricavo? Beh, questo materiale mi servirà per realizzare una mostra fotografica che vorrei portare in giro per il mondo intitolata semplicemente “Umanità”, perché credo che quest’ufficio sia realmente l’unico posto democratico al mondo dove tutti ci passano.

Quindi, ricapitolando, se volete avere una parte di questi 300 voti (vi ricordo che i miei amici hanno tutti famiglia, quindi potreste averne anche qualcuno in più) allora prendete contatto con me e accettate le condizioni della nostra proposta. È chiaro che non bisogna offendersi, perché tanto il selfie al gabinetto me lo faccio anch’io con voi, perché ciò possa fungere da garanzia all’originalità del lavoro fotografico. In più questo confermerà di fatto che voi siete coraggiosi, e quindi meritate di essere messi in considerazione al voto del 12 giugno 2016. E poi sappiate che state aiutando un fotografo a crearsi una mostra. Non c’è nulla di offensivo. Nell’arte contemporanea se ne vedono di peggio.

Quindi non mi resta altro che aspettarvi nel posto più democratico al mondo.

Un ultimo appunto: qualora non mi crediate (siete liberissimi di farlo), poi non vi lamentate se il 12 giugno ci andrà poca gente a votare, che sarete andati al posto delle aspettative, che meritavate più voti. Vi raccomando di non sottovalutarmi, perché voi negli ultimi quattro anni non potete sapere che cosa ho fatto,  come ho lavorato con le persone, le mie nuove amicizie. Io voglio lavorare per il meglio nella mia città, e le auguro il meglio. Perciò credo che ci voglia gente coraggiosa (e che non si prenda troppo sul serio) per la mia amata Crotone. E con me a pensarlo ci stanno anche queste circa 300 anime, che tra l’altro sono stanche d’essere indecise e non osano astenersi al voto, perché si sa che l’astensione è inutile e dannosa.

Mi direte: perché non ti sei candidato tu? Beh, nessuno si è presentato ufficialmente alla mia porta (via Facebook è facile) per coinvolgermi nei progetti politici, quindi vista l’indifferenza (e l’essere sottovalutato, aggiungerei) ricevuta negli ultimi anni… insomma, credo che ci siamo capiti.

Chiaramente la proposta è valida per tutti, soprattutto perché rispetta la “par condicio” in pieno, ed è legale perché non vi sto chiedendo soldi, posti di lavoro e raccomandazioni.  Fossi al posto vostro ci penserei. Pensate al risultato. Il vostro nome circola, io confermo il vostro coraggio e la vostra simpatia, vi faccio pubblicità. Vi costa solo un selfie con me al gabinetto. Notate bene che si tratta di un gioco e non di uno scambio di voti. Partecipare alla sfida non garantisce tutti i voti dei miei accoliti, anche perché la parola d’ordine del nostro gruppo è la libera coscienza sulla scheda e vi assicuro che nessuno vi farà pressioni o ricatti. Diciamo che vogliamo andare al voto con un bel sorriso, il che sarebbe già un bel traguardo.

Non fatemi aspettare troppo. Perché poi a maggio sarete impegnati spesso, troppo spesso.

In fede

Il vostro caro Aurélien Facente

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...